Browsing Tag

discovery

www.pinterest.com
Blog, Travel

Liebster Award: sei stato nominato!

Ieri mi sono svegliata influenzata e col cielo grigio.

1. Chi se ne frega?
2. Cosa c’entra con i Leibster Award?

Complimenti: deduco dalla poca pazienza che dimostrate che non avete fatto yoga!
Mi spiego. La giornata potenzialmente triste si è aperta con un inaspettato tweet di Cristina di Babyyoucandrivemycar che mi nomina per il Liebster Award 2015.
Che emozione! Grazie mille! La vita mi sorride! Sì. Ma che diavolo sono?
Dalle alte sfere mi comunicano che in tedesco liebster significa “amabile”, e che è un’iniziativa per far conoscere blog e blogger (amabili, claro), che seppur sconosciuti e alle prime armi, non sono certo meno interessanti e speciali. Una sorta di #FF del venerdì “in grande” che riguarda il mondo dei viaggi e che approvo con tutto il cuore, perchè è giusto che chi si impegni ed è in gamba, venga premiato e scoperto. Questa è già una prima notizia utile.

La seconda notizia utile è che bisogna seguire queste 4 regole:

1. Rispondere alle 10 domande che ti vengono poste
2. Nominare fino ad un massimo di 10 altri blog
3. Formulare 10 domande per i blog nominati
4. Comunicare le nomine agli interessati

Continua a Leggere

#dadoveblogghi
Not all who wander are lost
Blog, Travel

#dadoveblogghi: Not all who wander are lost

Esistono persone con le idee chiare e scelte precise, da sempre, che invidio tantissimo. Poi ci sono io che arrivo a definirmi attraverso le cose che mi capitano, spesso impacciata e in ritardo, ma che alla fine imbocco, stranamente, la strada giusta.

Non dovrei neanche essere qui, tra di voi, che ho aperto questo blog quasi più per far felici gli altri che per me stessa, e senza sapere neppure dove mi avrebbe portato.

Per ora so che mi ha condotto a parlare (anche) di viaggi. A questa consapevolezza ci sono arrivata tramite una mia amica che mi ha detto con grande ovvietà: “Bhè? Com’è che non parli della tua passione?” In effetti, il mio amore travolgente per le evasioni è fiorito nel lontano 2009 grazie al mio fidanzato che mi regalò un biglietto per Londra, ignaro di creare una dipendenza. Da quel momento, ho preso un aereo una volta l’anno, ogni volta che potevo, e se non era un aereo era una macchina una volta a settimana, e se ero a casa sognavo la prossima meta.

L’importante era esplorare, conoscere, meravigliarsi, per poi cercare di applicare questi insegnamenti alla vita reale.

viaggio a londra

L’evento che segna profondamente la mia vita: il mio primo viaggio, a Londra (2009)

La mia vita reale che è ad Alba Adriatica, un piccolo paese al centro dell’Abruzzo, dove mi basta uscire di casa per trovarmi il mare. E fin qui tutto perfetto. Il problema è che non c’è lavoro, e una mentalità che a volte sembra persa nei secoli bui del medioevo, a cui mi sono sempre sentita estranea. Questa mia esigenza di fare la valigia e partire forse è nata anche un po’ dalla voglia di ispirarmi a qualcosa di più grande del posto in cui sono nata. Perchè, come dice Calvino, “Di una città non apprezzi le sette o settantasette meraviglie, ma la risposta che dà ad una tua domanda.”
Viaggiare mi ha arricchita, cambiando la forma dei miei pensieri, plasmati lontano dai pregiudizi e dalle abitudini, e se le persone viaggiassero, sarebbero migliori. Io sono e sarò sempre grata al viaggio.

Pertanto, sono onorata di far parte della “mappa di blogger“, la splendida iniziativa di Lucia di Mondovagando che con l’hashtag #dadoveblogghi, ha deciso di convergere in un unico spazio i travel blogger, per conoscersi e per sapere da dove veniamo.

Not all who wander are lost, con #dadoveblogghi.

Mi chiamo Federica, e ho aperto Fefa.it da pochissimo. Tutti mi conoscono con questo soprannome e vorrei che anche voi mi chiamaste così. Ho 32 anni, un coniglio nano, e per il resto, spero che i miei pensieri vi abbiano raccontato qualcosa di me. Benvenuti.

 

Fefa