Browsing Tag

healthy

Countdown to Summer!
BeautyStyle, Blog

Non esistono donne brutte, solo donne pigre

Il sole brilla intensamente. Odora di primavera. Odora non del naso, ma in qualche punto dell’anima, tra il petto e la pancia.

— Anton Čechov

Credo che nulla possa eguagliare la sensazione di quando ti accorgi che le giornate si stanno allungando, o di quando puoi indossare una maglia in meno.

Per questo e altri motivi amo Marzo: primo, perchè è il mese del mio compleanno; secondo, perchè si può ricominciare a fare delle lunghe passeggiate e si iniziano ad intravedere i primi segnali dell’Estate dietro l’angolo: il cielo azzurro, i fiori colorati, la positività nell’aria, la pelle dorata. Eh sì, io credo che questo periodo sia una via d’accesso alla bellezza della vita. E ho pensato che dopo gli ultimi post un tantino deprimenti (ma comunque utili), fosse arrivato il momento per uno semi-serio e spensierato, per SOLE DONNE. (O uomini che si sentono DONNE).

Siamo finalmente fuori dal freddo, quasi fuori, perchè alcune serate sembrano avere ancora le temperature della Bassa Padana, ma alla fine basta un foulard al collo, mentre prima sarebbe servita la pelliccia di Jon Snow. Lo so, non è per tutti così drammatica. Diciamo pure che l’idea di provare a farmi piacere l’inverno si esaurisce con un dolore muscolare o dopo l’ennesima giornata di pioggia al centro commerciale. Brrr. E anche se quest’anno non è stato poi così rigido, più passa il tempo e più medito di trasferirmi dove il clima è sempre mite e la vita ha più possibilità.

Ma torniamo alla notizia del giorno: è definitivamente Primavera!

Qui comincia il difficile: come siamo ridotte?

Eh già, le giornate in cui si torna a scoprirsi sono anche un modo come un altro per urlare “PANICO!” davanti allo specchio. Io stessa mi sono messa le mani nei capelli: non mi piaccio, prima ero meglio, oddio ora che si fa? Sfortuna vuole che sia troppo tardi per sperare di trasformarsi dallo Zio Fester alla modella della copertina di Vogue, soprattutto se nei mesi precedenti abbiamo vergognosamente parassitato sul divano con millemila calorie. Sono giorni difficili, quelli in cui vi rendete conto di avere occhiaie, imperfezioni di ogni tipo, ritenzione idrica, capelli disastrati.

Non è che può ripassare più tardi caldo, grazie!“.

Sarebbe troppo comodo. Pensate che Giugno e Luglio saranno forse più clementi? Appunto. Ve lo dico chiaro e tondo: è guerra. Abbiamo giusto qualche manciata di settimane per migliorarci per la prova-costume.

Non esistono donne brutte, esistono solo donne pigre”. Di questa frase di Helena Rubinstein io ho fatto il mio mantra e vorrei cominciare proprio da qui per una remise en forme. Tenete continuamente a mente questa piccola citazione una volta chiuso questo post. Se pensavate, però, di trovare nel mio blog rimedi del tipo “come mangiare croissant e cookies fino a scoppiare e poi avere il sedere di Belen” sappiate che per i miracoli c’è sempre la Madonna di Medjugorie.

Continua a Leggere

http://delta-breezes.tumblr.com/
BeautyStyle, My Guide To Happiness

Love yourself, first ❤ [Il rapporto con il mio corpo]

Non so perché ma Febbraio è un mese che mi è sempre piaciuto.

Sa di castagnole di Carnevale, delle prime giornate primaverili, e nell’aria c’è profumo di speranza e serenità.

Ma soprattutto, u-la-là, c’è San Valentino!
A prima vista potrebbe sembrare un post dedicato esclusivamente agli innamorati. Ebbene sì, lo è. Ma non sono così sdolcinata: io mi riferisco ad un altro tipo di amore, quello forse più importante e mai scontato, che è l’amore per se stesse.

Come vi avevo accennato, in questo blog parlerò (anche) della bellezza.

E va bene, parliamone. Ma prima, una premessa.

Mi hanno spinto ad aprire un mio spazio on line curiosi di sapere come la penso su questo argomento, avidi di consigli miracolosi su come essere belle e giovani, e se ho resistito tutto questo tempo è perché ne sono un po’ intimorita. Primo: non volevo che questo fosse l’ennesimo blog di beauty, sullo stile di quelle che scrivono per scroccare campioncini e vivono in posa, per intenderci (ehy, qui siamo intellettuali); secondo perché credo che sia una tematica delicata e ampia da affrontare, in particolare oggi, nel 2015.

Continua a Leggere